LA MELA

Buongiorno!!                                                                                                                       Oggi parliamo di un evergreen, un frutto per tutte le stagioni e per tutti i palati: la MELA!!

Mela

Essa ABBASSA LA PRESSIONE, IL LIVELLO DI COLETSEROLO E I TRIGLICERIDI; ecco perché un antico proverbio recita: “Una mela al giorno toglie il medico di torno”.

La mela, oltre alle diverse proprietà nutrizionali terapeutiche e benefiche, è un frutto che possiede un alto potere simbolico: è infatti l’emblema del peccato di Adamo ed Eva e segno di dominio sulla terra. Frutto dal sapore particolarmente gradevole, la mela è tramandata sia dalla tradizione biblica che dalla mitologia.
Appartiene alla famiglia delle Rosacee (malus communis melo) e il suo albero, che può raggiungere fino ad 8 metri d’altezza, è il melo, originario dell’Asia centrale la cui comparsa risale al Neolitico. Questo frutto si può trovare in ogni stagione dell’anno, anche

se la sua maturazione naturale va da fine agosto a metà settembre.

Le mele, per essere consumate in modo ottimale, devono essere riposte in ambienti freschi.

È sicuramente il frutto più diffuso in Italia, dove viene considerato sempre, sinonimo di salute e benessere.

Per circa l’85% del loro peso le mele sono costituite da acqua. La restante parte è

costituita soprattutto da carboidrati e da Vitamine, tra cui la vitamina A, E, C.

Nella nostra penisola la produzione di mele è abbondante e di ottima qualità, inoltre c’è possibilità di scegliere tra tantissime varietà:

  • Golden delicius
  • Red delicius
  • Stark delicius
  • Bella di Roma
  • Jonathan
  • Renetta del Canada
  • Renetta ruggine
  • Granny Smith.

Le mele sono indicate sia in caso di stipsi sia di dissenteria.

In tal modo le feci si ammorbidiscono e possono essere espulse con facilità.

Al contrario, una mela grattugiata senza la buccia è utile in caso di dissenteria, perche ha proprietà

Il famoso detto popolare “una mela al giorno toglie i medico di torno” ha un fondamento

vero: la mela è considerata infatti un farmaco della natura, un rimedio per tantissimi problemi. Innanzitutto occorre dire che questo frutto contiene moltissima acqua  – l’84-88%  – e sono quindi un valido strumento di idratazione,  pochissime proteine e grassi sono quasi assenti, oltre che poche calorie (100 grammi di mela corrispondono a circa 40 calorie, 10 grammi di zuccheri e grandi quantità di potassio, vitamina B, acido citrico e acido malico).  Inoltre è presente in essa la vitamina B1, che combatte inappetenza, stanchezza e nervosismo e la B2 che facilita la digestione, protegge le mucose della bocca e dell’intestino e rinforza capelli e unghie.

La mela è ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A; e ancora sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, azoto (utile per riprendersi dalle fatiche intellettuali), il fluoro (un elemento indispensabile per la salute dei denti,

poiché inibisce l’attività di numerosi enzimi che infragiliscono lo smalto dentario e sono responsabili delle carie) oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio.

Ma i pregi della mela non finiscono qui. Essa è ben tollerata dai diabetici perché ha pochi zuccheri, e comunque zuccheri semplici (come il fruttosio, il saccarosio, e il glucosio) ma presentano un indice glicemico basso ma non solo: contiene circa il 2% di fibre tra cui la pectina, nota per i suoi numerosi benefici. La pectina, infatti, aiuta a risolvere i problemi legati alla diarrea: essa fermenta nell’intestino e assorbe i liquidi; inoltre i batteri intestinali la trasformano in un una specie di guaina lenitiva e protettiva per le pareti “irritate” dell’ intestino. Ecco perché una mela grattugiata svolge una buona azione lassativa. Ed ecco perchè la mela svolge una funzione  depurativa per l’organismo dalle sostanze tossiche. C’è da chiarire, però, che tale aione è più efficace se il frutto viene mangiato lontano dai

pasti, quindi come spezza-fame, oppure se consumato cotto; in tal caso sì che è un naturale e ottimo rimedio contro la stipsi.

Ancora, cosa poco risaputa, la pectina svolge un’azione antisettica, nonché  cicatrizzante e accelera il processo di guarigione anche di ferite esterne. Ecco perché impacchi di succo di mela fresco sono molto efficaci in caso di ferite ed escoriazioni. Ancor più benefiche per le ferite è la vitamina C presente in essa, che disinfetta, senza provocare

bruciore. E conosciamo bene le proprietà benefiche che svolge la Vitamina C nel nostro organismo! Tra tutte, quella di facilitare la respirazione cellulare.

Le mele contengono inoltre quercitina, un bioflavonoide con potere antiossidante che protegge i polmoni.

Inoltre la mela ha il potere di tenere sotto controllo la glicemia (concentrazione di glucosio nel sangue) nei soggetti diabetici, regolando quindi l’assorbimento degli zuccheri.

Infine, se consumate regolarmente, come tutti i cibi ricchi di fibre la mela contribuisce a ridurre il colesterolo nel sangue – quello cosiddetto “cattivo” (LDL),  fattore di rischio nelle cardiopatie e in alcuni tipi di ictus.- e aumentano quello buono (HDL). Consumando le

fibre, il colesterolo che assumiamo con gli alimenti “soggiorna” nel tratto intestinale fino a quando non viene eliminato. Ecco perché la mela, ricca della fibra pectina, rappresenta il frutto ideale dopo pasti a base di carne o di latticini. Pensiamo che una sola mela di medie dimensioni apporta ma contiene ben 4 grammi di Ffibra!  Per tutto ciò, le mele sono considerate preziose nella prevenzione di ictus e tumori. Poiché la fibra insolubile si concentra soprattutto nella buccia, è vivamente consigliato mangiare il frutto con la buccia, ma lavarlo bene prima di consumarlo.

Curiosità: la mela è preziosa anche per uso esterno e per la cosmesi.                               Ad esempio, per  schiarire la pelle, basta mescolare il succo di una mela con del limone. Per attenuare le rughe si può ricorrere ad una maschera per il viso, preparata con una mela tagliata a pezzetti, cotta in mezzo bicchiere di latte. Per ottenere un effetto “tonico”, basterà applicare alcune fette di mela cruda sul viso e lasciarle “riposare” per 45 minuti. Una maschera a base di mele grattugiate e yogurt invece è particolarmente indicata per pelli secche o “spente”.

** RICETTA **

La ricetta di oggi è una tra le più semplici, ma tra le più sane e gustose: lo STRUDEL DI MELE!!                                                             Strudel di mele

 Ingredienti (per 6 persone):

  • 2 Kg. di mele renette
  • 250 gr. di farina
  • Duecento gr. di burro
  • 100 gr. di zucchero
  • 150 gr. di pangrattato
  • 50 gr. di uva passa
  • 50 gr. di pinoli
  • 1 uovo
  • 1 limone
  • Cannella
  • 2 cucchiai d’olio
  • Sale

Procedimento.

Versate a fontana la farina setacciata su una spianatoia, unite l’olio, un pizzico di sale, un tuorlo; mentre impastate, aggiungetevi un poco alla volta circa mezzo bicchiere d’acqua fino a che la pasta arrivi alla giusta consistenza, continuate a lavorarla per ottenere una pasta ben elastica. Formate una palla, spalmatela d’olio e lasciatela riposare in frigo per almeno trenta minuti. Intanto sbucciate le mele, toglieteli il torsolo e tagliatele a fettine; fate sciogliere cinquanta grammi di burro in un tegaminio e rosolatevi il pangrattato senza farlo troppo colorire. Stendete la pasta molto sottile aiutandovi con un matterello su un canovaccio di cotone; spennellatela con il resto del burro fuso e cospargetela con il pangrattato, le mele, lo zucchero, una spolverata abbondante di cannella, la scorza del limone grattugiata, l’uva sultanina e i pinoli. Mettete lo strudel in una teglia imburrata spalmatelo con del burro e infornatelo per circa mezz’ora – 40 minuti a 220 gradi.                                                                    Potete servirlo cosparso di zucchero a velo o affiancato con palline di gelato alla vaniglia.

“I momenti di felicità di cui godiamo ci prendono di sorpresa. Non siamo noi che li troviamo, ma loro che trovano noi”.                                                                                         Ashley Montagu.

LA MELAultima modifica: 2020-02-01T18:05:16+01:00da donatellatp
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento